Le conseguenze nefaste sul corpo umano della “postura abituale”, sconosciute dalla medicina e dal mondo del fitness


“Al lettore (rivolgendomi soprattutto al medico o allo specialista, non fa differenza) che si approccia la prima volta e superficialmente con l’abitudine di leggere solo i titoli o le prime tre righe degli articoli, dico subito che se pensate che la ragazza in foto si sia messa volontariamente in posa, significa che siete incompetenti e non conoscete la fisica, la meccanica e l’anatomia umana.” Maurizio Formia


E’ un’affermazione scientifica.

E’ una mia affermazione basata su prove di anni ed anni di istituzionalizzazione della mia scoperta ed invenzione.

A fine articolo alcuni link che indicano le nostre denunce pubbliche e di sensibilizzazione ai cittadini ed alle Istituzioni.


Oggi vi documento un fatto frutto di anni di studio, sperimentazione sulla mia persona, esperienza e dedizione.

Partiamo dal nuovo concetto di postura-abituale:

la postura-abituale è una posizione che il corpo assume quando non si sta facendo nulla. E’ una posizione del vostro corpo che assumente sempre, quando non siete consapevoli.

Noi diciamo di più: con l’evoluzione del Biomeccanismo OG in Conscious Practice Training OG abbiamo obbligatoriamente dovuto evolvere il concetto di postura proprio perchè mancava un tassello: non si può dare il nome di qualcosa di esistente a qualcosa che non esisteva, ad una scoperta, ad una invenzione.

Occorre partire da un fatto ovvero dalla meccanica abituale del corpo.

Un corpo umano differisce da un grattacialo dalla sua dinamicità che è data dalla muscolatura, dalle articolazioni, dal connettivo….

Un grattacielo sta in piedi grazie a travi, tiranti, telai,……

Un grattacielo che sta in piedi è in equilibrio meccanico di pesi, forze, leve, spinte.

Un corpo umano, essendo dinamico e potendo stare in piedi in infinite posizioni delle sue parti grazie alla forza dei muscoli, trova sempre un equilibrio nel suo “essere fuori dall’equilibrio meccanico” ma lo fa consumando energia muscolare.

Siccome lo scheletro del corpo umano è dinamico, o meglio, dinamicizzato da muscoli e articolazioni, per il corpo umano sarà più complicato trovarsi in equilibrio meccanico di pesi, forze, leve, spinte ma sarà facilissimo trovarsi in una condizione di disequilibrio meccanico forzato da muscoli che in qualche modo lo tengono in piedi.

Questo disequilibrio meccanico ha la conseguenza di un continuo sforzo muscolare che sicuramente è maggiore rispetto ad una condizione di equilibrio meccanico.

Un disequilibrio meccanico determina compressioni, leve anomale, consumo eccessivo di energia.

La persona non è dritta, non è in equilibrio e le sue parti del corpo sono fuori baricentro e in condizione di compensazione.

Se osservaste una persona in questa condizione la vedreste spesso in una posizione particolare che è sempre quella e che si chiama disequilibrio meccanico abituale.

E’ una posizione dove compensa pesi, forze, leve, spinte ma è scorretta. E’ degenerativa. Consuma energia in eccesso e porta i muscoli a fare sforzi continui, fino a cedere e poi a crollare.

Il problema della persona che crolla è che può essere anche asintomatica e sorridente:

Avete mai visto una ragazza più sorridente?

Eppure i sintomi e i problemi fisici non si contano.

Li ha elencati personalmente alla conferenza su OG-lo stato dell’arte che trovate cliccando qui.

Ma allora, se una persona si trova in questa postura-abituale compensatoria ma in grave disequilibrio meccanico abituale del corpo e delle sue parti tra loro,

come può modificare questa posizione-abituale compensatoria che determina compressioni, spostamento del baricentro, asimmetria scheletrica e conseguentemente muscolare, e tutta una serie di sintomi e patologie conseguenti MAI ricondotti dalla medicina ad un problema di disequilibrio meccanico abituale che peraltro non conosce,

come può “correggere” tutto il corpo avvicinandosi (non ha ancora completato il riequilibrio meccanico con OG) all’equilibrio meccanico abituale decomprimendo le parti del corpo, rendendo più simmetrico lo scheletro e portandolo ABITUALMENTE quindi senza rendersene conto, in una posizione del corpo vicino al baricentro e quindi sostenuto con il minimo sforzo e con la sparizione o l’attenuazione di sintomi e di patologie?


Applicando la mia scoperta ed invenzione: Il Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche e il Biomeccanismo OG oggi Conscious Practice Training OG,

identificando e correggendo la meccanica abituale del corpo in disequilibrio e portandola progressivamente in equilibrio meccanico abituale.

Questo è il mio lavoro.


Questi sono i risultati:

Ah, dimenticavo, da asintomatici si può essere anche seri ma si può anche ridere di gusto. E’ ininfluente. Si può essere in disequilibrio ed essere in vacanza o in equilibrio meccanico abituale ed essere al lavoro.

Non la vedete la differenza?

E’ palesemente evidente:

Forze leve spinte posizioni delle parti del corpo nello spazio e tra loro rispetto al baricentro?

Vi svelo un segreto: nessuno ad oggi, tranne il sottoscritto che, peraltro, non soffre di narcisismo patologico ma è persona normalissima, sicuramente iperlogica ed emotiva,

nessuno è in grado di fare questo “miracolo” sul corpo umano.

Non cercatelo dal medico.

aprile 2019  – Formia Maurizio CPT-OG




La denuncia pubblica dei cittadini sulla non scientificità delle cure posturali che trovate oggi in migliaia di studi medici; cliccate sul link sotto:

https://www.comitato-og.org/blog/index.php/2018/12/25/la-denuncia-pubblica-dei-cittadini-ai-garanti-della-tutela-della-salute-dei-cittadini/


 

2 pensieri riguardo “Le conseguenze nefaste sul corpo umano della “postura abituale”, sconosciute dalla medicina e dal mondo del fitness”

  1. Professionisti che mi hanno visitato/trattato (con risultati prossimi allo zero o negativi): oculisti (alterazioni della vista, tra i primi sintomi “strani” – età 12/13 anni), ortopedici, fisiatri, chinesiologi, massoterapisti, fisioterapisti, odontoiatri, odontotecnici, odontoiatra-neurosensoriale, podologo, neurologo, neuroftalmologia, medicina di laboratorio, gastroenterologi, medico specializzato in fitoterapia medica, osteopati (diverse scuole, agopuntura compresa), chiropratico, optometrista. A tutto ciò vanno aggiunti autotrattamenti, autoanalisi e “strategie fai da me” da chinesiologo specializzato in Att. Mot. Preventiva e Adattata e studente di Fisioterapia …
    Non credo molto in un certo tipo di comunicazione web-socialesimili ma questo è quanto: per problemi derivanti dal Disequilibrio/Crollo Meccanico Abituale del Corpo o ci si affida al “Metodo OG”, o all’assistenza psichiatrica o ci si rassegna al malessere, magari, dopo presa di coscienza del tutto. Io personalmente, esclusa la prima opzione, NON con superficialità, consiglio l’ultima.
    Un mio pensiero rivolto, soprattutto ma non solo, a determinate Categorie di Persone che potrebbero imbattersi nei contenuti dei siti in questione e ritrovarsi a fare considerazioni sul fatto che il Signor Formia non sia un Addetto ai Lavori, un Titolato, Uno del Mestiere. È evidente che non sia Uno del Mestiere. Il Signor Formia è l’Inventore del Mestiere. Senza di Lui questo Mestiere non esisterebbe quindi, a voi le conclusioni del caso.
    EMILIO MACRI’
    22/04/19
    PS: Il Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche non è una scoperta ma un dono dal valore inestimabile. Le potenzialità di tale scoperta sul Benessere di una Persona vanno ben oltre l’immaginabile. Come hanno reagito e stanno agendo diversi Professionisti della Salute, Esponenti della Comunità Scientifica, delle Istituzioni e della Società in genere, in merito a tutto ciò?
    Non serve rispondere, non servono commenti, da tanto tempo ormai questo Mondo si commenta da solo …

    Perdonate eventuali errori di battitura o di altra natura. La mia “propriocezione oculare”, e di conseguenza tutte le funzioni a essa connesse, non sono proprio il massimo … a proposito di vista e di Metodo OG.

    1. Il problema signor Macrì, è che ci sono luminari della gnatologia che ancora oggi sosterrebbero a spada tratta che nella foto a destra la ragazza si è solo messa in posa.
      Campa cavallo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *