Un’articolazione consumata/rovinata guarisce solo con il riequilibrio meccanico abituale. Tutti i trattamenti medici/non medici saranno palliativi.


Partiamo dalla scoperta del Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche; basta uno dei principi cardini:

il cranio è sostenuto da 3 punti principali.


Se il cranio è in disequilibrio cede sui 3 assi spaziali e tutto il corpo compensa per sostenerlo: DALLA TESTA ALLA PUNTA DEI PIEDI.

Le immagini che vedete sulle mie pubblicazioni indicano un fenomeno PRECISO, MECCANICO, FISICO inequivocabile e quindi scientifico.

Non sono le solite immagini trite e ritrite che identificano un corpo posturalmente storto, immagini che vengono pubblicate oggi più o meno da tutti i sedicenti posturologi/onomi senza peraltro capirci nulla.

Un’immagine come questa che pubblico da anni e che ho pubblicato sul mio libro da oltre 10 anni, indica un fenomeno preciso:

un disequilibrio meccanico abituale del corpo.

Questo disequilibrio è determinato/CAUSATO dalla diversa posizione dei 3 sostegni del cranio che si trovano ad altezze differenti/non fisiologiche per motivi congeniti e/o per lavori odontoiatrici incongrui e/o per entrambe le ragioni.

In questa posizione meccanica del corpo (una delle infinite posizioni che può assumere una persona in compensazione da disequilibrio meccanico del cranio rispetto al corpo – vedi video conferenza centro congressi Torino 2017), il peso del corpo rimane squilibrato e le articolazioni sono TUTTE COMPRESSE.

Sono compresse per 3 ragioni (il numero 3 è ricorrente) SCONOSCIUTE ALLA MEDICINA ED A TUTTE LE DISCIPLINE DI MEDICINA ALTERNATIVA:

  1. A causa del cedimento del corpo sul lato (in questo caso specifico) del disequilibrio
  2. A causa della trazione muscolare opposto al cedimento.
  3. A causa della contrazione muscolare che, inserendosi nelle ossa, le avvicina e quindi comprime l’articolazione che si trova tra loro.

Tenetevi forte perchè vi si aprirà un mondo e vi illuminerete:

Il disequilibrio meccanico abituale del cranio determina a cascata quella definita Disfunzione Discendente ma mai spiegata scientificamente dalla medicina-attività sanitarie

e quella definita Disfunzione Ascendente.

Entrambe si incontrano su OGNI ARTICOLAZIONE DEL VOSTRO CORPO a insaputa del vostro medico-specialista-posturologo-medico alternativo-santone.

Per questa ragione, trattare un’articolazione compressa (i medici vedono solo l’effetto della compressione, non sanno quanti KILOGRAMMI PESANO E COMPRIMONO L’ARTICOLAZIONE)

è un’operazione incompleta e potenzialmente dannosa.


Faccio un esempio: avete un’articolazione consumata di un ginocchio.

A prescindere dal fatto che abbiate o non abbiate subito un trauma, se avete un disequilibrio meccanico abituale del corpo come quello sopracitato, siete compressi dal peso del corpo a destra e dalla tensione muscolare a sinistra.

Che senso ha trattare solo localmente il ginocchio?

Avete capito perchè sostengo che bisogna cambiare PARADIGMA quando si parla di corpo umano e di conseguenze fisiche-psichiche sul corpo umano?

Chiaramente, riportando in equilibrio meccanico abituale il corpo con il CPT-OG, la mia invenzione e solo la mia perchè tutte le altre discipline/cure/trattamenti non identificano ed eliminano la vera causa,

le articolazioni si decomprimono. TUTTE.

Il corpo scarica meglio il peso a terra, diventa più forte e vive più sano e più a lungo perchè avrà una quantità di energia maggiore a disposizione a partire dal mattino fino al mattino successivo.

Quindi, ricapitolando: prima di fare qualsiasi attività/trattamento e/o cura, dovreste essere in equilibrio meccanico abituale del corpo secondo il Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche di Maurizio Formia.


Arrendetevi.

Riconoscetemi questa scoperta ed invenzione senza provare a fottermela che tanto non ci capite nulla. Semmai lavorate con me per ricercare anche in altre discipline, come per esempio la medicina, che, invece di fermarmi dovrebbe collaborare con me. Lo scrivo da decenni ormai.

 

< corpo umano in equilibrio meccanico abituale>

 

15 luglio 2019 – Maurizio Formia – OG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *